Motivazioni

La distribuzione dei beni di consumo durevoli (mobili, elettrodomestici, idrosanitari, infissi interni ed esterni) in Italia ha subito negli ultimi anni profonde evoluzioni. Le imprese tradizionalmente operanti in questo settore denunciano una sostanziale contrazione delle vendite nei canali distributivi tradizionali, mentre proliferano esperienze distributive alternative. Molte di queste iniziative (franchising gestiti da produttori, raggruppamenti di negozi specializzati, grande distribuzione con settori specializzati) a livello sia locale che regionale o nazionale, sono appena avviate, per cui è lecito presumere che il mutamento di scenario – già chiaramente sensibile – sia semplicemente agli inizi.

A fronte di questa situazione il comparto produttivo del settore infissi interni ed esterni trova notevoli difficoltà ad individuare proprie strategie di mercato che consentano di salvaguardare la centralità dell’impreditoria artigiana e piccolo industriale (particolarmente significativa in ambito emiliano-romagnolo) nelle relazioni di mercato. Di fatto, il cliente ha in questi ultimi anni profondamente modificato tanto la sua natura (meno impresa è più utente finale) quanto il suo comportamento d’acquisto, orientandosi sempre più verso relazioni mediate da altri soggetti. Tali mutamenti di scenario, uniti alla scarsa propensione delle PMI ad investigare sul futuro del mercato di riferimento, possono potenzialmente determinare fattori di rischio per la stessa realtà imprenditoriale artigiana, presumibilmente non in grado di adattarsi con sufficiente rapidità.

Pertanto, si è ritenuto molto importante poter disporre di una base informativa che consenta l’analisi dettagliata dei presumibili mutamenti di scenario dei prossimi 5-7 anni; in particolare, è necessario definire i trend di mercato e le modalità / propensioni d’acquisto dell’utenza finale. L’elaborazione di tali informazioni, crediamo possa consentire di indicare alle imprese non solo i possibili scenari di mercato nel breve / medio periodo, ma soprattutto di individuare le soluzioni imprenditoriali più idonee e le modalità più efficaci di comunicazione e commercializzazione.