Marcatura CE delle porte interne

La pubblicazione della norma UNI EN 14351-2 relativa alla Marcatura CE delle porte interne ha provocato non poco fermento nel mercato; le aziende produttrici di porte interne (sia di grandi dimensioni che piccole e medie imprese) dovranno predisporre tutto il necessario per essere pronte alla Marcatura CE.

Se da una parte si attende l’inizio del periodo di coesistenza a seguito della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della norma che diverrà in tal modo “armonizzata”, d’altro canto è evidente che avendo a disposizione il documento di riferimento, sono chiari i punti che dovranno essere soddisfatti dai produttori ed è chiaro il percorso da seguire per ottemperare ai futuri obblighi.

In termini generali il percorso complessivo è il medesimo vissuto per le chiusure oscuranti ed i serramenti esterni ovvero:

•           Identificazione delle tipologie di prodotto rappresentative della propria gamma di porte interne;

•           Verifica delle prestazioni necessarie e delle eventuali prove iniziali di tipo (ITT) in funzione dell’utilizzo previsto dalle porte;

•           Controllo di produzione in azienda;

•           Rilascio dei documenti al cliente finale:

           o   DoP

           o   Marcatura CE

           o   Istruzioni per la posa in opera

           o   Informazioni di utilizzo corretto e non anomalo

           o   Informazioni sulla sicurezza

           o   Ecc.

Il punto da verificare con maggiore attenzione è relativo proprio alla verifica iniziale dei prodotti, legata alla presenza in genere di molti modelli realizzati per assolvere alle varie richieste di mercato.

La norma prevede requisiti e regolamentazioni differenti in considerazione dell’utilizzo della porta interna, identificando 3 possibili campi:

•           Utilizzo previsto C: Porte che hanno esclusivamente funzione di comunicazione interna.

•           Utilizzo previsto B: Porte interne che devono assolvere a requisiti specifici.

•           Utilizzo previsto A: Porte interne posizionate su vie di fuga.

La gamma di prodotti e modelli in genere realizzati dai produttori per assolvere alle più svariate richieste di mercato comporterà pertanto una attenta analisi iniziale dei cataloghi e delle varianti costruttive.

Supporto tecnico

Legnolegno rimane a disposizione sia per l’invio delle pratiche Enea per Ristrutturazione e per Ecobonus, sia per l’effettuazione di test o calcoli necessari alla conformità dei prodotti a norma

Simone Castagnaro 

Giovanni Ciampa